NEWS

Image

Anche i pali per linee aeree sono elementi di sicurezza passiva

Image

Anche i pali per le linee aeree, alla stregua di quelli per l’illuminazione, possono costituire un serio pericolo per gli automobilisti che percorrono le strade. Per questo motivo, nel 2021, Top Glass ha sottoposto i propri pali per le linee aeree di lunghezza 8 m a una serie di test presso il laboratorio di Transpolis S.A.S., secondo i parametri di valutazione previsti dalla normativa EN 12676/2019.

PARAMETRI

I parametri analizzati sui diversi set di prova e contenuti anche nella normativa EN 12767 sono:
  • Le velocità del veicolo all’impatto con il palo, rispettivamente di 35 km/h (la minima) e di 100 km/h (la massima);
  • La classe di assorbimento di energia, classificabile in “non assorbimento” (NE), “basso assorbimento” (LE) e “alto assorbimento” (HE). Questa classificazione varia in base alle conseguenze sul palo e sul veicolo subito dopo l’impatto. Se il palo collassa riducendo lievemente la velocità del veicolo, allora l’assorbimento di energia sarà considerato nullo. Se il palo riduce buona parte della velocità del veicolo, l’assorbimento di energia verrà invece considerato basso. Il caso più grave è rappresentato dall’alto assorbimento di energia che frena completamente il veicolo in corsa, provocando un impatto fatale;
  • L’indice di sicurezza delle persone, che va da A (gravità bassa) a E (gravità alta);
  • La modalità di collasso del palo, in base a che si verifichi distacco dalla fondazione o no (SE o NS);
  • La classe di direzione del veicolo;
  • La penetrazione di oggetti nell’abitacolo con conseguente deformazione del tetto.

ALLESTIMENTO SET DI PROVA

Seguendo le direttive della normativa EN 12767/2019, sul set sono stati posizionati 3 pali TRIGLASS® per le linee aeree lunghi 8 m e collegati tra loro con cavi per simulare verosimilmente l’effettiva realtà di un’installazione.

Il veicolo utilizzato per l’impatto (Peugeot 106) ha una massa di inerzia di 910 kg ed è stato equipaggiato con tutta la strumentazione necessaria al controllo del test e alla registrazione della velocità. Al suo interno, è stato collocato un SID dotato di apposite apparecchiature per la rilevazione di ulteriori dati durante lo scontro.

Per normativa, le velocità testate devono essere due: una standard minima di 35 km/h e una massima a scelta tra 50, 70 e 100 km/h: tra le tre, Top Glass ha optato per la più elevata. Ad ogni velocità, lo scontro è sempre stato diretto al palo centrale.

RISULTATI DELLE PROVE

Il primo impatto, avvenuto alla velocità di 35 km/h, ha provocato un modesto rimbalzo del veicolo all’indietro e una conseguente deformazione del palo, come dovrebbe normalmente accadere secondo la prassi descritta nella normativa di riferimento.
Riallestito il set di prova, l’impatto alla velocità di 100 km/h ha causato una frantumazione consistente del palo centrale, senza però provocarne un distaccamento dalla fondazione. I cavi collegati sulla cima si sono staccati, ma il veicolo non è stato colpito.

I risultati delle prove hanno dimostrato che i pali per il trasporto di linee aeree lunghi 8 m sono rientrati a far parte della categoria “non assorbimento di energia”, dal momento che la velocità di uscita del veicolo ha registrato solo una lieve variazione, scendendo da 100 a 71 km/h.

I pali per le linee aeree di 8 m sono i “capostipiti” di una famiglia di prodotti che racchiude anche i pali di 7 m. Di conseguenza, i risultati dei crash test ottenuti per i pali da 8 m si possono certamente considerare validi anche per la lunghezza immediatamente inferiore: i pali per le linee aeree di lunghezza pari a 7 e 8 m hanno raggiunto la categoria di “non assorbimento di energia” e la classe C di sicurezza del passeggero che, su una scala da A (gravità molto bassa) a E (gravità molto elevata), rappresenta un buon risultato. 

    Ulteriori informazioni sulla norma EN 12767/2019


Sicurezza passiva delle strutture di supporto alle attrezzature stradali - Requisiti e metodi di prova

La normativa europea EN 12767 indica i requisiti e i metodi di prova per valutare il grado di sicurezza passiva delle strutture di equipaggiamento stradale. La sicurezza passiva è importante nella riduzione della dei danni provocati alle persone e al veicolo in seguito a un impatto.

Questa normative si riferisce a ogni tipo di equipaggiamento stradale, i più comuni sono cartelli stradali, semafori, pali da illuminazione e per linee aeree.

Di seguito vengono descritti il set-up e la procedura di prova, i possibili risultati e la classificazione raggiunta.

Oggetto della prova è l’impatto di un veicolo con specifiche caratteristiche contro il palo. Il veicolo è un’auto con peso di 900 kg, l’auto è strumentata con sensori per valutare velocità, decelerazione e danni puntuali a persone e oggetti. I principali criteri per definire i risultati di prova sono:

  • Velocità
  • Assorbimento di energia
  • Indice di sicurezza per le persone
  • Modalità di collasso
  • Direzione
  • Danneggiamento del tetto dell’auto e penetrazione del palo

La prova non è ritenuta valida se parte del palo penetra all’interno del veicolo.

 

    1. Classi di velocità

La normativa definisce tre classi di velocità: classe 50, classe 70 e classe 100.

Il produttore può scegliere a quale velocità eseguire la prova.

Per ciascuna classe il palo deve essere soggetto a due differenti test:

- Alla velocità della classe scelta (50, 70 or 100 km/h)

- A una velocità inferiore: 35km/h.

La classe 50 è preferibile per pali che saranno installati in strade urbane, mentre le classi 70 e 100 sono consigliate per pali installati su strade extraurbane e autostrade.

    1. Assorbimento di energia

Il livello di assorbimento di energia di un palo è un’informazione importante per la determinazione di molti parametri.

Possono essere definite tre categorie, in relazione alla velocità cui si trova il veicolo dopo l’impatto.

  • HE = Elevato assorbimento di energia: il veicolo viene fermato dall’impatto
  • LE = Basso assorbimento di energia: la vettura è frenata dall’impatto con il palo, perdendo gran parte della sua velocità
  • NE = Non assorbimento di energia: la vettura passa attraverso il palo senza perdere molta velocità

La tabella seguente mostra la corrispondenza tra le categorie di assorbimento di energia e le classi di velocità.

 

Classe di velocità

50

70

100

Categoria di assorbimento di energia

ve : velocità di uscita della vettura [km/h]

HE

ve = 0

0 ≤ ve ≤ 5

0 ≤ ve ≤ 50

LE

0 ≤ ve ≤ 5

5 ≤ ve ≤ 30

50 ≤ ve ≤ 70

NE

5 ≤ ve ≤ 50

30 ≤ ve ≤ 70

70 ≤ ve ≤ 100

 

    1. Classe di sicurezza dei passeggeri

Questa classes varia tra A (gravità molto bassa) e E (gravità elevata), ed è definita da due valori:

  • THIV: corrisponde all’impatto teorico tra la testa del conducente e ogni punto del veicolo it corresponds to the theoretical impact of the head against any point of the car
  • ASI: corrisponde alla decellerazione che le persone presenti subiscono a causa dell’impatto.

I parametri THIV e ASI devono rientrare in determinati valori affinché il palo sia classificato in categoria A, B, C, D o E. Se uno dei due valori è eccessivamente alto il palo non risulta conforme alla norma.

In generale, le categoria C è applicata ai pali in classe NE, le categorie D e E per le classi LE e HE.

  1. Modalità di collasso

Possono verificarsi due modalità di collasso:

  • SE = Il palo viene staccato dalla fondazione
  • NS = Non si ha distacco dalla fondazione. Il palo non si romper ma si deforma

 

  1. Direzione

Il palo può rientrare in tre classi legate alla direzione:

  • SD = monodirezionale
  • BD=bidirezionale
  • MD=multidirezionale

Un palo che presenta più assi di simmetria è considerato multidirezionale: l’esatta localizzazione del veicolo che impatta sul palo non costituisce un problema, il palo avrà il medesimo comportamento e non necessiterà particolari attenzioni durante l’installazione.

Un palo che non ha due assi di simmetria dovrà essere testato più volte in modo da verificare differenti angoli di impatto e raggiungere la classificazione MD.

  1. Rischio di penetrazione dal tetto del veicolo

Questo parametron da una classificazione riguardo la penetrazione del palo all’interno del veicolo.

This criterion gives a classification about roof deformation due to the pole falling in the vehicle

Classe 0: Deformazione del tetto < 102mm

Classe 1: Deformazione del tetto >102 mm

 

  1. Famiglia di prodotti

La normative introduce il concetto di famiglia di prodotti. Se i pali sono realizzati con differenti lunghezze non sarà necessario testarle tutte:

  • Le prove devono essere svolte sul palo più lungo
  • In base al risultato ottenuto sul palo più lungo, prove aggiuntive dovranno essere svolte sul palo più corto
  • In base al risultato ottenuto sul palo più corto, prove aggiuntive possono essere necessarie su pali con lunghezza intermedia.

Hai bisogno di ulteriori informazioni?